Fortitudo Baseball Bologna

Questo sito utilizza i cookie!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo
Giuseppe Mazzanti alla Fortitudo Baseball Dopo aver per anni accarezzato il sogno di vedere questo giocatore vestire la divisa biancoblu della Fortitudo Baseball, ecco che la società bolognese estrae dal proprio mazzo un “carico” a sorpresa nella campagna di rafforzamento per la stagion... LEGGI TUTTO
Paolino Ambrosino saluta la Fortitudo Bologna dopo 4 anni Dopo 4 stagioni ricche di grandi successi ed emozioni, le strade di Paolino Ambrosino e della Fortitudo Baseball si dividono. Arrivato sotto le Due Torri nel 2014, l'esterno classe 1989, è stato tra i protagonisti della conquista delle Italian Baseb... LEGGI TUTTO
Gilmer Lampe: asso olandese per la Fortiudo Baseball Siamo ancora alle prime battute di un “mercato” che si presenta molto interessante e la Fortitudo Baseball annuncia il primo movimento in entrata per la stagione 2018. Si tratta di un vero e proprio “colpo”, perché la dirigenza biancoblu è ... LEGGI TUTTO
Lutto in casa Fortitudo: è venuta a mancare la mamma di Christian Mura Triste notizia in casa Fortitudo Baseball. È infatti venuta a mancare Rosa Denitto, mamma di Christian Mura. Tutta la società si stringe attorno al proprio General Manager per il grave lutto e pone a Christian e alla sua famiglia le più sentite co... LEGGI TUTTO

In primo piano

Scopri tutte le foto della stagione 2013 della Fortitudo Unipol Bologna: clicca QUI

Fortitudo Baseball Club 1953 Bologna

Zampata finale UnipolSai Fortitudo

MARVAL DOPO FURICAMPODa tre settimane lo schema si ripete e anche ieri sera la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna è uscita vincente dalla seconda partita del weekend, riportando la serie in parità, ma questa volta è stato più difficile del previsto “rimettere a posto” la situazione contro il Baseball Novara, battuto per 7 a 2 sul suo terreno di gioco, dopo l’inopinata sconfitta in gara1, pareggiando così la serie del secondo turno del girone di ritorno seconda fase regular season IBL 2017.

Prima di entrare nel merito sulla avvincente e interessante sfida del Provini, merita attenzione il bilancio complessivo del weekend IBL, che vede ancora il San Marino sugli scudi, dopo aver la scorsa settimana ottenuto l’intera posta in gioco nel derby contro il Rimini ed essersi ripetuto in questo weekend contro il Nettuno, per la prima volta quest’anno vittima di “sweep”. I titani, che hanno così conquistato la prima posizione solitaria con 18 vinte e 6 perse, con una lunghezza di vantaggio sui biancoblu, hanno  almeno per il momento “eliminato” dalla lotta per il primo posto i laziali, che ora inseguono a due lunghezze e con il computo degli scontri diretti sfavorevole, ma ancor più vibrante è la lotta per il quarto posto, che probabilmente vede ormai fuori gioco il Novara e che coinvolge Parma e Rimini che in questo weekend si sono affrontate in un duello vibrante, che ha visto una vittoria per parte, ma sonante è stata quella dei ducali in gara2, vinta per manifesta superiorità, che conforta un Parma che ha dovuto scontare in gara1 l’assenza del lanciatore partente, ma rimane incollato a una lunghezza dall’avversario.

La partita di Novara è stata all’insegna dell’equilibrio per sette riprese complete, alla fine delle quali il risultato era inchiodato sul 2 a 2. Davvero un “pitching duel” di grande spessore fra due dei lanciatori più in forma del panorama “ASI”: Alex Bassani per i piemontesi (6 riprese, 4 valide, 4 basi ball, 8 strikeout, 2 punti subiti), Andrea Pizziconi (5 riprese, 2 valide, 3 basi ball, uno strike out e un punto subito) per gli emiliani. Solo degli episodi potevano “muovere il punteggio” e il primo ha visto protagonista Alex Sambucci, autore di un lungo fuoricampo al centro sinistra che in apertura di secondo inning ha portato in vantaggio i biancoblu. Al quarto inning un botta e risposta fra le due squadre: nella prima parte Bologna ha segnato il punto del raddoppio, partendo da una situazione di due eliminati e basi scariche, guadagnando due “passaggi gratuiti” dopo due ottimi turni di Ambrosino e Vaglio e finalizzando con la valida di Alessandro Grimaudo. Al cambio di campo, però, ecco in apertura la perla di Oscar Angulo, ad imitare Sambucci con un homer anch’egli al centro sinistra che ha dimezzato lo svantaggio. Successivamente, al sesto inning, con Crepaldi subentrato a Pizziconi, il Novara ha avuto la forza di pareggiare, nella stessa condizione precedente degli avversari di due out a basi scariche. E’ stato Batista a battere un singolo ed avanzare sino a 27 metri da casa base rubando prima la seconda, poi la terza, per segnare su un inopportuno errore di Flores.

L’interbase felsineo si è poi fatto perdonare all’ottavo inning, quando ha battuto a casa con un doppio lungolinea a sinistra il punto del nuovo vantaggio ospite, mettendo in difficoltà l’ex Cadoni, “finito” subito dopo dalla legnata di Osman Marval (2 su 5), un fuoricampo a sinistra da due punti che ha messo al sicuro il risultato. I biancoblu hanno poi colpito al nono inning contro D’Amico, segnando altre due volte grazie al doppio da pinch hitter di Alex Russo e alla valida a destra di Josè Flores (2 su 4).

Filippo Crepaldi (3 riprese, 3 valide e un punto non guadagnato) ha così ottenuto il suo terzo successo stagionale, mentre l’ultima ripresa è stata lanciata da Corradini senza troppi patemi. Fortitudo “cinica” in attacco, dote non da poco per un “top team”, ottenendo il massimo dalle 8 valide battute, metà delle quali all’ottavo e al nono inning. Due fuoricampo e due doppi hanno sicuramente avuto un peso, ma con altrettanti doppi e un fuoricampo i padroni di casa non sono riusciti ad andare oltre le due segnature.

Un attacco, quello biancoblu, comunque a luci e ombre in questo weekend. Buona la produzione di punti (12 alla fine), sufficiente quella delle valide (14, due in meno degli avversari) con lunghi blackout e soprattutto ben 28 strikeout al passivo, 16 in gara1 e 12 ieri sera, un dato che quanto meno va registrato.

IL TABELLINO

 

(Osman Marval - mentre festeggia con i compagni l'ennesimo fuoricampo in una foto di repertorio di Renato Ferrini - è alla caccia della "tripla corona". Per ora è davanti a tutti con .437 in media battuta, 29 RBI e 6 fuoricampo)

Sostenitori

Seguici su

Fortitudo Baseball su Youtube RadioNettunoPicc Il logo di TRC TV  

Cerca nel sito

Baseball.it rss