Fortitudo Baseball Bologna

Questo sito utilizza i cookie!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo
Giuseppe Mazzanti alla Fortitudo Baseball Dopo aver per anni accarezzato il sogno di vedere questo giocatore vestire la divisa biancoblu della Fortitudo Baseball, ecco che la società bolognese estrae dal proprio mazzo un “carico” a sorpresa nella campagna di rafforzamento per la stagion... LEGGI TUTTO
Paolino Ambrosino saluta la Fortitudo Bologna dopo 4 anni Dopo 4 stagioni ricche di grandi successi ed emozioni, le strade di Paolino Ambrosino e della Fortitudo Baseball si dividono. Arrivato sotto le Due Torri nel 2014, l'esterno classe 1989, è stato tra i protagonisti della conquista delle Italian Baseb... LEGGI TUTTO
Gilmer Lampe: asso olandese per la Fortiudo Baseball Siamo ancora alle prime battute di un “mercato” che si presenta molto interessante e la Fortitudo Baseball annuncia il primo movimento in entrata per la stagione 2018. Si tratta di un vero e proprio “colpo”, perché la dirigenza biancoblu è ... LEGGI TUTTO
Lutto in casa Fortitudo: è venuta a mancare la mamma di Christian Mura Triste notizia in casa Fortitudo Baseball. È infatti venuta a mancare Rosa Denitto, mamma di Christian Mura. Tutta la società si stringe attorno al proprio General Manager per il grave lutto e pone a Christian e alla sua famiglia le più sentite co... LEGGI TUTTO

In primo piano

Scopri tutte le foto della stagione 2013 della Fortitudo Unipol Bologna: clicca QUI

Fortitudo Baseball Club 1953 Bologna

UnipolSai a San Marino per il primo posto

AGRETTI01vssmServirà anche la trentaquattresima e ultima partita di regular season del massimo campionato italiano di baseball per definire la prima in classifica, la squadra che conserverà sino al termine del suo percorso in post season (cioè in semifinale playoff e, se si qualifica, in finale delle Italian Baseball Series) il “fattore campo”, con la possibilità di giocare in casa l'eventuale quinta partita della serie. Questo perché la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna si è aggiudicata con ampio margine la prima delle due sfide contro la T&A San Marino, raggiungendola al vertice della classifica.

I bolognesi hanno dunque vinto, in un Gianni Falchi sicuramente più fresco rispetto alle medie stagionali e con anche una bella cornice di pubblico, gara uno dell'ultimo weekend di regular season IBL 2017, affermandosi con il risultato di 9 a 1. Sotto il titano dunque la decisiva gara2, sabato 12 agosto alle ore 20 precise. Tutto invece deciso per il terzo posto, che il Nettuno ha messo in ghiaccio vincendo la prima delle due trasferte a Padova.

Protagonista ancora una volta l'attacco bolognese (11 valide contro 5), con il giovane DH Filippo Agretti (2 su 5, un doppio e 3 RBI) su tutti. Sua la prima valida biancoblu dell'incontro, quella che ha portato in vantaggio Bologna al secondo inning, suo il doppio a basi piene che durante il “big inning” da sei punti nella ripresa successiva ha nei fatti chiuso i conti, sebbene la partita fosse ancora molto giovane. Importante e da sottolineare anche il contributo del capitano, Alessandro Vaglio (3 su 5, un doppio e un RBI), oltre che di Josè Flores (2 su 5, 2 doppi e 2 RBI), un giocatore che ha fatto della continuità il suo cavallo di battaglia. Decisamente non in serata i lanciatori ospiti, cominciando dal partente Carlos Quevedo, forse il migliore della IBL, ma non certo stasera, dovendo uscire con 7 PGL a carico in 2.1 riprese lanciate. E' durata tre riprese e meno di 50 lanci invece la prima apparizione di Jared Lansford, schierato da lanciatore partente, come annunciato da manager Frignani. Ottimo esordio per lui, con nessun punto concesso, due valide, una base ball e due strikeout. Raul Rivero (5 riprese, 2 valide, 6 strikeout, un PGL) ha ereditato il match al quarto inning, con la Effe Blu già sul 7 a 0, amministrando senza alcun problema il vantaggio e ottenendo il suo quinto sigillo stagionale con la consueta autorevolezza, prima della chiusura di Corradini.

Agretti rompe il ghiaccio alla seconda ripresa, mandando a segno Sambucci con una valida interna, la prima del match dei biancoblu, ma è al terzo attacco che Bologna dilaga, “smontando” letteralmente il partente ospite. Il primo battitore è Vaglio, che finisce al piatto, ma il terzo strike è un lancio pazzo che il ricevitore non può controllare, permettendo al capitano l'arrivo salvo in prima base. Dopo una serie di pickoff arriva anche l'errore di Quevedo, che fa avanzare il corridore, che poi segna agevolmente sul doppio di Flores. La secca valida di Marval manda a punto anche l'interbase venezuelano. Lo stesso Marval ruba la seconda e arriva in terza sull'out di Sambucci, il primo dell'inning. L'attacco continua con quattro ball a Ambrosino, che ruba a sua volta la seconda, poi una valida un po' fortunosa di Grimaudo riempie i sacchetti. A basi piene, è ancora Agretti, con un bel doppio a destra in situazione di conto pieno, che mette la firma alla partita, mandando a punto due compagni e Quevedo sotto la doccia, sostituito da Kimborovicz. Il nuovo lanciatore inizia con un lancio pazzo che consente un'altra segnatura, poi dopo una base a Fuzzi e lo strikeout su Nosti, è Vaglio a fissare il 7 a 0 sul tabellone con una valida al centro.

Dopo tre riprese per un totale di 47 lanci finisce la gara di Lansford, sostituito da Rivero che al quarto inning concede il primo punto agli avversari, segnato da Chiarini, autore di un doppio in mezzo agli esterni al primo lancio, avanzato sulla valida di Albanese e a segno su lancio pazzo. La parte centrale del match vede comunque i lanciatori assumere il controllo della situazione. A dire il vero quelli della Effe non l'hanno mai perso. Tuttavia nella parte bassa del sesto inning, con Perez subentrato sul mound dei titani, è Vaglio a rompere di nuovo l'equilibrio con un bel doppio lungolinea a destra da leadoff, subito mandato a punto da Flores con un altro doppio, questa volta vicino alla linea di foul di sinistra. Il “setup” della T&A concede poi allo stesso Flores un avanzamento su lancio pazzo, infine su palla mancata il corridore va a segnare il punto del 9 a 1. Al settimo inning, con Ascanio quarto lanciatore T&A, uomini agli angoli con le valide del pinch hitter Russo e di capitan Vaglio, ma questa volta i biancoblu non trovano le risorse per affondare il colpo. All'ultimo attacco, con Corradini sul mound biancoblu, gli ospiti con Poma ritrovano la valida che mancava dal quarto inning, poi un errore difensivo sembra complicare la situazione, ma con un doppio gioco si arriva al ventisettesimo out senza più nulla subire.

IL TABELLINO

 

(Nella foto di Renato Ferrini a vestire i panni da protagonista, Filippo Agretti)

Sostenitori

Seguici su

Fortitudo Baseball su Youtube RadioNettunoPicc Il logo di TRC TV  

Cerca nel sito

Baseball.it rss