Fortitudo Baseball Bologna

Questo sito utilizza i cookie!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo
L'UnipolSai Fortitudo Bologna festaggiata in Comune dal Sindaco Merola e dall'assessore allo sport Lepore Per la Fortitudo UnipolSai Bologna è stata una giornata storica. La squadra felsinea, guidata dal Presidente Michelini e dal manager Frignani, è stata infatti ricevuta in Comune dal Sindaco Virginio Merola e dall'assessore allo sport Matteo Lepore ... LEGGI TUTTO
Lunedì 15 ottobre la UnipolSai Fortitudo sarà ricevuta in Sala Rossa Lunedì 15 ottobre, alle ore 12.30, nella Sala Rossa di Palazzo D'Accursio, sede istituzionale del Comune di Bologna, l'Assessore allo Sport, Matteo Lepore, riceverà una delegazione di dirigenti, tecnici ed atleti della UnipolSai Assicurazioni Forti... LEGGI TUTTO
La magnifica stagione degli Under15 della Fortitudo UnipolSai Resoconto a cura di Davide Bacci Le foto sono di di Fabio Mignani “Non ho mai cercato di essere il migliore di tutti, perché così NON sarei MAI migliorato ancora… Ho sempre cercato di essere il MEGLIO che potessi essere…” Earvin “Magic... LEGGI TUTTO
Fortitudo UnipolSai ospite del Bologna Calcio: il video! Nella giornata di domenica 30 settembre, l'UnipolSai Fortitudo Bologna è stata ospite del Bologna Footbal Club 1909 in occasione del match casalingo contro l'Udinese. La delegazione, guidata dal presidente Stefano Michelini, è stata acclamata dai t... LEGGI TUTTO

In primo piano

Scopri tutte le foto della stagione 2013 della Fortitudo Unipol Bologna: clicca QUI

Fortitudo Baseball Club 1953 Bologna

Vaglio! tripudio UnipolSai al Falchi.

tripudio vs smCompleta lo “sweep” la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, che chiude il weekend ottenendo una importantissima doppietta sulla T&A San Marino – battendola stasera con il risultato di 6 a 5 – che le consegna il primo posto in classifica, seppure in coabitazione con il Rimini. Anche questa notte, al Gianni Falchi, la gara è stata equilibrata, avvincente, emozionante, conclusa sul punteggio di 4 a 4 al termine del nono inning e risolta di nuovo a favore dei biancoblu nell'inning supplementare, disputato con la regola del tie break (ogni attacco inizia con due uomini in base). Il tripudio della folla, finalmente numerosa, dopo la valida decisiva a basi piene di Alessandro Vaglio, il capitano, che ha battuto il punto del vantaggio definitivo in una gara con più di un ribaltamento di fronte. Ma decisivo è stato nelle prime nove riprese l'apporto di Giuseppe Mazzanti, che ha chiuso la sua prova con 3 valide su 4, con un lunghissimo fuoricampo al centro sinistra per il provvisorio 3 a 3 e 2 punti battuti a casa.

Capitolo lanciatori: non benissimo i due partenti, con Andrea Pizziconi (3 inning, 2 valide e 3 basi ball) penalizzato tuttavia anche da un paio di errori subito al primo inning, che si è concluso sul 3 a 2 per gli ospiti. Di grande spessore la prova di Antonio Noguera (4.1 riprese, 2 valide e 5 strikeout) che è entrato in scena al quarto inning, uscendo molto applaudito durante l'ottavo dopo il lancio numero 62 e le squadre in quel momento sul 3 a 3. Sfortunato l'ingresso di Filippo Crepaldi (1.2 riprese, una valida, 4 strikeout, un PGL), “battezzato” a freddo con un fuoricampo da Mattia Reginato, ma poi ripresosi bene con i battitori successivi, quasi tutti eliminati al piatto, infondendo alla squadra la tranquillità necessaria per poter pervenire al più presto al pareggio, cosa poi avvenuta sulla valida di Beau Maggi. Infine, Murilo Gouvea, che ha lanciato l'inning del tie break, senza poter impedire una segnatura sulla quale pesa peraltro una palla mancata e che alla fine ha centrato il suo primo successo personale, dopo due salvezze ottenute nei primi due weekend. E' il quinto lanciatore biancoblu quest'anno con almeno una vittoria all'attivo.

Le stranezze del baseball: solo 24 ore prima le due squadre disputavano nove inning conclusi con un classico 0 a 0 di fattura simil calcio anni '80, stasera invece sono protagoniste di una pirotecnica prima ripresa, conclusa sul 3 a 2 per gli ospiti della T&A. Un errore difensivo di Flores su battuta di Ferrini spiana la strada ai titani, perché in situazione di due eliminati (dunque ad attacco terminato senza l'errore) la battuta in diamante di De Wolf sblocca il risultato. Poco più tardi il San Marino batte anche la prima valida, su un Pizziconi un po' in difficoltà: è un doppio a sinistra di Imperiali, che manda a segno Avagnina (colpito), mentre Reginato (base per ball) avanza e segna con la complicità di un nuovo errore biancoblu, un'incertezza di Garcia che non controlla l'assistenza di Grimaudo. Non felice anche l'approccio di Garate al cambio di campo, che concede ai felsinei due segnature. Apre un bel doppio al centro di Nosti (2 su 3), che avanza sul perfetto bunt di sacrificio di Lampe e va a punto sulla volata di sacrificio di Flores. Si riparte con il doppio di Marval e il singolo di Garcia e prima del terzo out la valida punto di Mazzanti e il colpito su Vaglio, che riempie i cuscini, senza che Maggi tuttavia ne approfitti. I due pitcher danno segni di ripresa nei due inning successivi, ma un lunghissimo fuoricampo di Mazzanti al terzo (sesta valida bolognese) porta il punteggio in parità e conclude anzitempo la prova di un deludente Garate, sostituito da Perez. Anche i biancoblu sostituiscono Pizziconi con Noguera a inizio quarto inning. Con i rilievi sul mound diventa più dura per gli attacchi che non segnano più, nonostante un paio di valide degli ospiti e qualche base guadagnata dai biancoblu. Con l'ingresso di Maestri al sesto inning l'UnipolSai torna a battere valido con un bel doppio al centro di Vaglio da leadoff. Il capitano però arriva solo a 27 metri dal vantaggio.

L'ultima parte del match si apre con la fiducia meritata a Noguera, che mantiene a secco l'attacco T&A prima del seventh-inning stretch, ma Maestri non è da meno. Dopo uno strikeout il pitcher fortitudino esce fra gli applausi durante l'ottava difesa, sostituito da Crepaldi. Il giovane rilievo bolognese è punito dall'ex, Mattia Reginato, che colpisce duro a sinistra, replicando il solo homer di Mazzanti e riportando avanti il San Marino sul 4 a 3. Crepaldi si riprende con due K e Mazzanti prova a suonare la riscossa al cambio di campo con una valida, sostituito a correre da Dobboletta, ma c'è un out sul tabellone. Dobbo comunque avanza sulla battuta in diamante di Vaglio, va in terza su lancio pazzo e segna il pareggio sulla valida provvidenziale di Maggi. 4 a 4. Al nono inning il punteggio non cambia e il San Marino sostituisce di nuovo il pitcher, dando fiducia a Coveri. Si va al tie break con Gouvea a lanciare per i biancoblu. Come da regola prima e seconda occupate, Avagnina è out ma una palla mancata fa avanzare entrambi i corridori e sulla volata di sacrificio di Epifano arriva il punto del San Marino che si riporta in vantaggio. De Wolf, strikeout, è il terzo eliminato. Tocca alla Fortitudo che posiziona in base Lampe e Flores, con Marval a battere. E' lunghissima la battuta del venezuelano, raccolta tuttavia da Avagnina, diventando volata di sacrificio, così come è veloce Lampe che va addirittura a segnare, pareggiando, dalla seconda base. Flores a sua volta guadagna la seconda e Garcia viene passato in base intenzionalmente. Tocca a Agretti, da pinch hitter, durante il cui turno i corridori avanzano su palla mancata. Intenzionale a questo punto anche per Agretti, con Cherubini a lanciare per l'ultimo disperato tentativo di difesa dei titani: serve far battere in doppio gioco. E' il turno del capitano e il capitano buca la difesa. L'UnipolSai vince.

Due manifeste superiorità consegnano lo “sweep” anche nelle mani del Parma (contro il Padova) e del Città di Nettuno (nel derby contro il city), così le due pretendenti a un posto playoff rispettivamente affiancano e scavalcano un San Marino al momento in caduta libera. La doppietta biancoblu consente l'aggancio ai campioni d'Italia del Rimini - perdenti a sorpresa nel pomeriggio contro il Padule e nettamente vincenti nella partita in notturna - in vetta della classifica (7 vinte, 1 persa), segue il Parma (5-3), la coppia Città di Nettuno – San Marino (4-4), la coppia Padule – Padova (2-6) e infine il Nettuno Baseball City (1-7).

IL TABELLINO

(un momento di gioia dei biancoblu nella foto di Lorenzo Bellocchio)

Sostenitori

Seguici su

  RadioNettunoPicc                                    Il logo di TRC TV                                                                          

Fan-Shop

FanShop
 

Cerca nel sito

Baseball.it rss