Fortitudo Baseball Bologna

Questo sito utilizza i cookie!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Archivio news

UnipolSai Fortitudo si ferma sotto il Titano

Polonius Labastidas fuoricampo a San Marino BellocchioComplice un inizio di gara shock, che ha pesato sull'esito dell'incontro, la capolista UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna è stata sconfitta con merito dal San Marino, che ha battuto ieri sera i biancoblu sul campo casalingo di Serravalle con il risultato di 11 a 7. Si è completato così il primo turno del girone di ritorno del campionato italiano di baseball di serie A1, con Bologna e San Marino a dividersi la posta e Parma e Nettuno City a far bottino pieno contro Godo e Castenaso, per una classifica che vede UnipolSai Fortitudo al primo posto (12 vittorie e 2 sconfitte), inseguita da un terzetto formato da San Marino, Parma e Nettuno City a tre lunghezze dalla capolista. Con ogni probabilità questo quartetto alla fine comporrà la griglia playoff.

Piena emergenza sul monte di lancio, con Frignani che ha dovuto fare a meno di Pizziconi, dopo aver rinunciato a Noguera in garauno. I galloni di partente sono andati a Alex Bassani, che ha vissuto una serata infelice, dovendo uscire di scena senza aver completato il secondo inning con un fardello di 7 punti subiti, di cui 6 a suo carico. Inevitabile primo insuccesso personale in casacca biancoblu per l'imolese. In sofferenza anche Claudio Scotti, questa sera più in difficoltà del solito a trovare l'area di strike (4 basi ball in 2.1 riprese), dovendo alla fine incassare 3 punti, dei quali 2 guadagnati. Anche in questa occasione la difesa bolognese non è stata ineccepibile, smarrendo quelle caratteristiche di sicurezza dimostrate nella prima parte della stagione. Buona invece la prova di Filippo Crepaldi, passato indenne per due riprese dall'assalto delle scatenate mazze dei titani. Nel finale di partita, Filippo Agretti e Francesco Fuzzi (una ripresa a testa) hanno indossato i panni del pitcher, concedendo il primo un punto agli avversari, percorso netto invece per il secondo, del quale non ricordiamo un precedente sulla collinetta, almeno in casacca Fortitudo. Il carattere della squadra è comunque venuto fuori nella seconda parte del match: sotto 10 a 0, la squadra ha evitato l'umiliazione della manifesta inferiorità e reso meno amara la sconfitta, sospinta dai doppi di Osman Marval e Lorenzo Dobboletta al quinto inning e dal fuoricampo al centro di John Polonius da tre punti all'ottavo inning.

San Marino subito avanti al primo inning, con Giordani in base per ball che segna sul doppio di Rondon, che arriva in terza su errore di Polonius e va a punto sulla volata di sacrificio di Flores. Al secondo inning, con due out, il crollo improvviso del partente biancoblu, subendo le valide “in stecca” di Giordani, Rondon, Romero e Flores. Con altri due punti incassati, visita per il pitcher bolognese, poi Mattia Reginato a piazzare un fuoricampo al centro da 3 punti, portando il parziale sul 7 a 0, con Scotti a rilevare Bassani. Il rilievo romano inizia il suo lavoro con la consueta efficacia, ma al quarto inning si deve inchinare anch'egli ai titani. Base ball a Rondon e Romero, poi un lancio pazzo a farli avanzare entrambi in posizione punto. Flores batte in diamante e Rondon segna, poi la battuta di Reginato manda a punto anche Romero, ma l'errore di Marval, schierato stasera in prima base, consente allo stesso Reginato di arrivare salvo, per poi guadagnare successivamente la seconda su lancio pazzo. Anche stavolta dopo una visita al pitcher arriva una valida punto, questa volta ad opera di Epifano, che porta il parziale sul 10 a 0.

Ecco al quinto inning però che inizia a prendere corpo la reazione bolognese, sporcando la gara sin qua perfetta di Alessandro Maestri (lanciatore vincente). Apre un doppio “per regola” di Marval in mezzo agli esterni, che avanza sull'out di Leonora e successivamente va a punto sulla volata di sacrificio di Agretti. Un altro punto arriva dal doppio di Dobboletta, che manda a segno Vaglio, autore di un singolo interno. Gara comunque segnata, che si spegne sull'avvicendarsi dei rilievi, fino all'ottavo inning, quando i biancoblu mettono a referto altre quattro segnature, avvicinandosi ai titani. Con Coveri a lanciare, Dobboletta prende quattro ball, Nosti va in base su scelta difesa, Ferrini batte un singolo da un punto e Polonius un fuoricampo al centro da tre punti. All'ottavo inning Rondon risponde con un “solo homer” su Agretti, che aveva lanciato senza nulla subire il settimo inning e viene sostituito da Fuzzi, che ottiene agevolmente i tre out. All'ultimo attacco i biancoblu segnano, su Mazzocchi, un altro punto fissando il risultato sul 7 a 11, con Dobboletta, in base per ball, che avanza sulla valida di Martina e a punto con la complicità di un errore difensivo.

IL TABELLINO

(Foto di Lorenzo Bellocchio: John Polonius e Mario Labastidas)

Sostenitori

Seguici su

  RadioNettunoPicc                                    Il logo di TRC TV                                                                          

Fan Shop

FanShop

Cerca nel sito