Fortitudo Baseball Bologna

Questo sito utilizza i cookie!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Archivio news

Bel derby. UnipolSai batte Autovia 5 a 2.

IMG 20190719 WA0048UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna e Autovia Castenaso hanno dato vita a un derby equilibrato, giocato questa sera al Gianni Falchi e concluso con l'affermazione dei biancoblu con il risultato di 5 a 2. Il punteggio è maturato nella seconda metà dell'incontro, con il vantaggio battuto dal singolo di John Polonius al sesto inning, due altre segnature ottenute al settimo, per il fuoricampo di Francesco Fuzzi (2 su 4) e il doppio di Leonardo Ferrini (2 su 3) e altrettante ottenute all'ottavo, su lancio pazzo e battuta in scelta difesa dello stesso Fuzzi. Eccellente prova dei lanciatori bolognesi, con Raul Rivero a ottenere 7 eliminazioni al piatto a fronte di una sola valida subita in 5 inning, sostituito da Stephen Perakslis (2 K in un inning), che ha conquistato il suo primo successo personale all'esordio in campionato. Antonio Noguera (1.2 IP, 1 H, 1 SO) non ha fatto rimpiangere chi lo ha preceduto e Murilo Gouvea ha chiuso con l'ennesima salvezza, nonostante qualche sbavatura e concedendo agli ospiti due punti al nono inning. Pregevole anche la prestazione del partente del Castenaso, Aliangel Lopez (6 IP, 4 H, 2 BB, 10 K, 1 ER) nonostante la sconfitta.

La squadra bolognese ha tenuto a riposo precauzionale due dei giocatori più rappresentativi: Osman Marval e Alessandro Vaglio. Il bomber venezuelano, come preannunciato alla vigilia, è alle prese con un piccolo acciacco fisico, mentre il per il capitano, una indisposizione gli ha fatto saltare la prima partita in campionato da quando veste la casacca biancoblu. Dal 2012 è stato presente per 327 gare consecutive, fra regular season, playoff e italian baseball series, solo in un'occasione subentrando nel corso del match. Oltretutto,anche nella stagione precedente al suo arrivo a Bologna, giocando per il Grosseto, aveva disputato tutte le 42 gare di regular season (la squadra non si classificò alla post season). Una “mini rivoluzione” dunque in diamante, disposto con Paz a ricevere i lanci di Rivero, Grimaudo in prima base, Ferrini in seconda, Fuzzi in terza e Polonius interbase; Leonora, Dobboletta e Nosti agli esterni e Russo battitore designato.

Gli attacchi vittime di un serrato “pitching duel” fra Rivero e Lopez, durato cinque riprese, sino all'uscita di scena del partente biancoblu, sostituito da Perakslis. E' il Castenaso a battere la prima valida dell'incontro, con il singolo di Alfinito al terzo inning, ma Dreni vanifica battendo in doppio gioco. Bologna apre il quarto inning con il singolo di Nosti, che avanza sul sacrificio di Ferrini e arriva in terza sull'out di Polonius. Dopo la base intenzionale a Leonora (che avanza su rubata), Paz prova a bucare la difesa ospite con una volata corta, raccolta non senza difficoltà da Loardi. E' l'unico vero pericolo costruito nella prima metà del match. Sono le prove per il vantaggio UnipolSai, che si concretizza al sesto inning. Apre ancora Nosti, che stavolta è out al volo, segue Ferrini che batte su Alfinito, che non riesce ad assistere in tempo sulla corsa dello stesso Ferrini, che ottiene così un importante singolo interno e successivamente ruba la seconda, sfruttando anche un'incertezza della difesa e va a punto sulla secca valida a sinistra di Polonius. Sul tiro a casa base, Polonius arriva fino in seconda, segue una base intenzionale a Leonora e un successivo lancio pazzo, che fa avanzare entrambi i corridori in posizione punto. Paz e Russo non ne approfittano e Castenaso rimane comunque in partita.

Al settimo inning la Fortitudo cambia di nuovo sul monte, inserendo Noguera, subito battezzato dal “singolo dell'ex” ad opera di Infante, un pop che scavalca la prima base e cade in campo buono. Loardi mostra il bunt, ma fallisce l'esecuzione e sul successivo strikeout c'è anche il colto rubando su Infante, un duro colpo alle speranze degli ospiti. Al cambio di campo, dopo il “seventh inning stretch”, intonato dallo storico speaker del Falchi, Roberto “Rupert” Caramelli, accompagnato dalla Bononia Sound Machine, ecco a lanciare Miliani per l'ottimo Lopez. Ad accoglierlo un fuoricampo “solo homer” di Fuzzi, che porta il punteggio su un più rassicurante 2 a 0. Un lungo doppio di Leo Ferrini manda a punto anche Grimaudo (base per ball) e mette in cassaforte il risultato. Come sempre i biancoblu deliziano con pregevoli giocate difensive, come quella di Polonius all'ottavo inning, che nega una sicura valida a Molina. Con due out sul tabellone, entra in partita Gouvea a rilevare Noguera, ma il suo approccio non è ottimale, perché concede base a Sabbatani e una valida a sinistra di Venturi, che manda il compagno in terza e per la prima volta in partita un corridore ospite in posizione punto. Il closer comunque chiude eliminando al piatto Alfinito. Nella parte bassa, con Rodriguez nuovo pitcher per l'Autovia, apre Leonora con un singolo a sinistra, arrivando in seconda su errore difensivo, poi in terza su una successiva rubata. Paz guadagna un passaggio gratuito e ruba la seconda sullo strikeout di Russo. Con un lancio pazzo segna Leonora e avanza Paz. Base ball a Dobboletra e sulla battuta in scelta difesa di Fuzzi entra anche il 5 a 0, complice un mancato doppio gioco della difesa del Castenaso. Un triplo al centro di Dreni apre il nono attacco ospite. Segue una base ball a Infante e un singolo al centro di Loardi che batte il primo punto dell'Autovia. C'è lo strikeout di Ambrosino. I due corridori in base avanzano su lancio pazzo, poi sull'out di Molina entra il 5 a 2, segnato da Infante. Sullo strikeout di Peraza si conclude l'incontro.

IL TABELLINO

(Fuzzi festeggiato nella foto di Lorenzo Bellocchio)

Sostenitori

Seguici su

  RadioNettunoPicc                                    Il logo di TRC TV                                                                          

Prossimo Appuntamento @ Stadio Gianni Falchi

  Venerdì 16 agosto 2019, ore 20.30
vs

San Marino

(Gara 1, Finale Scudetto)

Fan Shop

FanShop

Cerca nel sito