Fortitudo Baseball Bologna

Questo sito utilizza i cookie!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Archivio news

ParmaClima vede la finale, UnipolSai spalle al muro

Pizziconi playoff vs pr BellocchioSpalle al muro per la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, che esce sconfitta fra le mura amiche anche in garadue di semifinale playoff di serie A1 di baseball 2019, cedendo al ParmaClima, che si è affermato meritatamente, con il risultato di 6 a 3, portandosi così sul 2 a 0 nella serie. Ora si va in terra ducale e già martedì 6 agosto sarà l'ultimo appello per i campioni d'Europa. Era la partita riservata ai lanciatori di scuola italiana e ai biancoblu è stata fatale la difficile partenza di Bassani, che in meno di due riprese si è trovato sotto di 6 punti, che i compagni dell'attacco, spenti sui lanci di Mattia Aldegheri (W, 5.0 IP, 4 H, 3 BB, 3 K, 3 ER), Junior Oberto (3 IP, 1 H, 3 K) e Yomel Rivera (SA, 1 IP), non hanno più saputo recuperare, vanificando anche l'eccellente prestazione di Andrea Pizziconi (5.2 IP, 5 H, 5 K) sul mound. Il fuoricampo da 3 punti di Sebastiano Poma al secondo inning è stato un macigno per la squadra bolognese.

Rispetto a garauno, Frignani ha modificato in parte l'assetto del team, inserendo Marval a difendere la prima base, con Ferrini in terza al posto di Fuzzi e Agretti battitore designato al posto di Russo. I ducali invece hanno dovuto rinunciare ai due stranieri non comunitari nei ruoli di position player, l'interbase Mirabal e il ricevitore Vinales, usciti in garauno per infortunio, schierando sin dal playball i sostituti Mercuri e Grasso. Un vantaggio potenziale per Bologna che non si è concretizzato, anche ma non solo per la “falsa partenza”. I biancoblu sono sempre stati sotto nel computo delle valide (9 a 5 il computo finale) e solo Osman Marval (2 su 4), che per l'infortunio ha rinunciato a battere da sinistra, e Alessandro Grimaudo (2 su 2, un doppio) hanno trovato una certa continuità con il bastone. A Filippo Crepaldi (2 IP, 1 BB, 1 K) il compito di chiudere la gara dal mound biancoblu.

Parte contratto Bassani, tirando 4 ball consecutivi a Koutsoyanopulos, facendolo poi avanzare su lancio pazzo. Dopo un bel duello, è Zileri a buttare una palla velenosa verso la seconda base, trovando l'errore difensivo di capitan Vaglio e i ducali si trovano i due corridori agli angoli del diamante, ma poco dopo i cuscini si riempiono sulla base ball a Poma (altri 4 ball consecutivi). C'è la inevitabile visita di Radaelli, dopo la quale Sambucci batte in scelta difesa e c'è l'ingresso del punto del vantaggio ParmaClima. Due strikeout su Mercuri e Scalera frenano l'emorragia sul nascere. E' comunque solo Parma: i battitori ducali proseguono a mettere la palla a terra, battendo in diamante: al secondo inning tre battute velenose producono i singoli interni di Paolini e De Simoni, oltre all'out in diamante di Grasso. Ancora corridori agli angoli e ancora un passaggio gratuito a Koutsoyanopulos che riempie di nuovo le basi. La valida di Zileri invece è secca, buca la difesa vicino al sacchetto di seconda base e manda a segno due compagni: è 3 a 0. Ancora una visita e questa volta Poma punisce pesantemente, con un fuoricampo a destra che raddoppia il punteggio e manda sotto la doccia il partente biancoblu, sostituito da Pizziconi. Lo accoglie Sambucci con un doppio in mezzo agli esterni, poi con due volate il rilievo risolve la situazione. Sanguinoso “big inning” da 5 punti e 5 valide incassate. Gara in salita, ma al cambio di campo Marval chiama i suoi alla riscossa, ottenendo un singolo interno che è anche la prima valida biancoblu della serata, ma anche questo attacco finisce velocemente sulla battuta in doppio gioco di Vaglio. Al quarto inning arriva il primo punto per Bologna. Ferrini guadagna quattro ball, avanza su rubata e arriva in terza su balk. Dopo un bel duello, Polonius batte una lunghissima volata, che Poma raccoglie contro la recinzione: è “solo” una volata di sacrificio per il 6 a 1. Ci sono anche le valide di Marval e Vaglio, ma l'attacco si spegne sulla volata di Paz. Mentre Pizziconi prende il controllo del suo match, l'attacco felsineo comincia a crederci e il quinto inning è aperto dal passaggio gratuito di Agretti e il successivo doppio a destra di Grimaudo. Entrambi i corridori vanno a punto, il primo su lancio pazzo, il secondo su un'assistenza errata in terza di Mercuri, che aveva raccolto al volo un line drive di Nosti. 6 a 3 per Parma. Reazione immediata degli ospiti, che al sesto inning piazzano le valide in sequenza di De Simoni e Koutsoyanopulos, ma Pizziconi ne esce alla grande anche in questa occasione. Dopo cinque riprese, Aldegheri lascia il mound a Oberto, che lascia a zero l'attacco dei campioni d'Europa al cambio di campo e al settimo inning, pur subendo il singolo di Grimaudo. All'ottavo inning Crepaldi rileva l'ottimo Pizziconi, ma gli occhi sono tutti sugli ultimi attacchi dei padroni di casa, che proprio non riescono ad interpretare correttamente i lanci di Oberto, che passa indenne anche l'ottavo inning (tre su, tre giù). Rivera lancia il nono inning e ottiene la salvezza.

IL TABELLINO

(Andrea Pizziconi, artefice di una prova eccellente, nella foto di Lorenzo Bellocchio)

Sostenitori

Seguici su

  RadioNettunoPicc                                    Il logo di TRC TV                                                                          

Prossimo Appuntamento @ Stadio Gianni Falchi

  Venerdì 16 agosto 2019, ore 20.30
vs

San Marino

(Gara 1, Finale Scudetto)

Fan Shop

FanShop

Cerca nel sito