Fortitudo Baseball Bologna

Questo sito utilizza i cookie!

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo

Archivio news

Ruggito UnipolSai. Si va a gara4.

Leonora e Marval festeggiano a ParmaBellissima ed emozionante la partita di questa sera al Nino Cavalli di Parma, dove si sono affrontate ParmaClima e UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna per la terza gara della serie di semifinale scudetto del campionato italiano di baseball di serie A1. Con le spalle al muro ai biancoblu era vietato perdere, ma la pressione era anche sui ducali al primo dei tre matchball a disposizione, dopo le due vittorie ottenute a Bologna. E' finita 9 a 3 per la squadra bolognese, ma almeno per due terzi di gara è stato equilibrio assoluto. Alla lunga i felsinei hanno fatto prevalere la forza dei loro bastoni (13 valide a 7, con 3 fuoricampo), segnando comunque 7 punti nei 3 inning finali, quando il lanciatore partente Habeck, buona prova la sua, era uscito di scena dopo oltre 100 lanci. Successo personale per Stephen Perakslis (7 IP, 5 H, 1 BB, 5 K, 2 ER). Salvezza di Gouvea.

Dunque, l'attacco torna protagonista, dopo una gara di sofferenza, spinto in particolare dai tre fuoricampisti dell'incontro: John Polonius (3 su 5, RBI), Ericson Leonora (3 su 5, 2 RBI) e Alessandro Grimaudo (2 su 5, 2 RBI), ma è stata una ottima prova collettiva, sia col bastone che in difesa. Ora gara4, sempre a Parma, domani, mercoledì 7 agosto, ore 20.30. Da valutare le condizioni di Leonora, uscito di scena all'ultimo inning per un infortunio.

Poma ripropone identico lineup e formazione difensiva di garadue, mentre Frignani conferma la difesa e si affida a Fuzzi nel ruolo di battitore designato. Bologna sblocca subito il punteggio con Ferrini, che al primo attacco batte valido, per segnare successivamente su un clamoroso errore difensivo di Poma, che perde di vista un'alta battuta al volo di Marval in situazione di due eliminati, con palla che cade sul campo esterno. Al terzo inning arriva la seconda valida biancoblu, una legnata di Polonius, piuttosto alta, che va ad oltrepassare la recinzione destra, portando la UnipolSai sul 2 a 0. Al cambio di campo la prima valida del Parma, battuta dal leadoff dell'inning Paolini, che guadagna la seconda correndo dopo la lunga volata di Grasso, poi va in terza sull'out di De Simoni. C'è anche la base ball a Koutsoyanopulos, ma una bella presa di Vaglio in foul chiude il primo terzo di match.

Un singolo interno per Grimaudo al quarto inning e valida di Nosti in apertura di quinto: i biancoblu più continui al box. L'esterno italoamericano va in seconda sul bunt di sacrificio di Ferrini, poi l'out in diamante di Polonius, base intenzionale a Marval e singolo di Leonora su Scalera che riempie le basi. Occasione sprecata, è Koutsoyanopulos che toglie le castagne dal fuoco, andando a raccogliere una volata di Vaglio. Sette rimasti in base per Bologna dopo cinque attacchi. Al cambio di campo, Perakslis per la prima volta toccato pesante, è un lungo doppio al centro di Paolini, autore anche dell'unica altra valida gialloblu. Grasso concretizza immediatamente con la valida a destra che riduce al minimo il vantaggio felsineo: 2 a 1. Non arriva il pareggio, ma è chiaro che l'inerzia pare sul punto di girare, infatti i ducali iniziano il sesto attacco con Zileri in base su colpito, seguito da una valida a destra di Poma al primo lancio. Dopo una visita al pitcher, c'è l'out al volo di Sambucci, seguito dal singolo al centro di Mercuri, che Leonora contiene bene. Basi piene e un out. Tocca a Scalera battere il punto del pareggio, con una volata di sacrificio sempre su Leonora. La linea di Paolini è raccolta in tuffo da Ferrini, negando il possibile vantaggio ai padroni di casa.

Al settimo inning, Habeck, con oltre 100 lanci sul braccio, lascia il mound ducale a Ribeiro, proprio quando in battuta Nosti inizia il quarto giro di lineup per gli ospiti. Il rilievo elimina l'italoamericano e Ferrini, ma subisce la valida di Polonius e la bordata al centro di Marval (che intanto da un turno è tornato a battere a sinistra) scavalca Poma e diventa un doppio in piedi, che riporta in vantaggio i biancoblu. Non basta, ecco Leonora che la manda ancor più lontano, un fuoricampo al centro da due punti che crea un margine importante: 5 a 2. Visita per Ribeiro e l'attacco finisce con l'out del capitano. Il Parma però sembra subire il colpo e nella parte bassa sono tre su, tre giù, tre out in diamante per Perakslis. All'ottavo inning gli ospiti non affondano il compito e lasciano altri due uomini in base (valida Paz, base ball Agretti, sostituto di Fuzzi come DH) e nella parte bassa presentano Gouvea a lanciare. Il closer italo brasiliano tiene a freno l'attacco ducale, concedendo un passaggio gratuito a Poma. Al nono inning apre la valida a sinistra di Polonius, che poi avanza su palla mancata. Dopo l'out di Marval, Leonora tocca un bunt a sorpresa verso il terza base e corre, arriva salvo per la valida interna, ma gli costa un infortunio. L'esterno centro biancoblu esce a braccio, applaudito dallo sportivo pubblico parmigiano ed è sostituito a correre da Dobboletta, con situazione di uomini agli angoli. Parte una doppia rubata, Dobboletta è salvo in seconda e Polonius ruba casa base e segna il punto del 6 a 2. Segue Grimaudo che batte una legnata a destra, è un fuoricampo da 3 punti che chiude ogni discorso. 9 a 2. C'è tempo ancora per il bel doppio di Agretti. Il Parma però non ci sta e al suo ultimo attacco riempie le basi (valida di Paolini, doppio del neo entrato Gradali e base ball a De Simoni) con un solo out sul tabellone. La volata di sacrificio di Koutsoyanopoulos manda a punto il corridore più avanzato e la gara si chiude sull'out di Flisi.

IL TABELLINO

(Leonora festeggia con Marval, foto di Lorenzo Bellocchio)

Sostenitori

Seguici su

  RadioNettunoPicc                                    Il logo di TRC TV                                                                          

Prossimo Appuntamento @ Stadio Gianni Falchi

  Venerdì 16 agosto 2019, ore 20.30
vs

San Marino

(Gara 1, Finale Scudetto)

Fan Shop

FanShop

Cerca nel sito